BIOUNIMER

ENDURANCE N8

CONCIME ORGANICO AZOTATO

MISCELA DI CONCIMI ORGANICI AZOTATI

CON FERRO (Fe), ZINCO (Zn)

CONSENTITO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA

 

ENDURANCE N8 è un concime organico azotato studiato per conseguire una cessione azotata modulata completa.

 

 

Confezioni: kg 25-500
Forma fisica: minicubetti

 

L’azoto organico è di origine proteica, ottenuto da farina di carne e pennone.La farina di carne è caratterizzata dalla presenza di amminoacidi quali glicina, prolina, alanina, acido glutammico ed idrossiprolina, oltre a fosfato di calcio ed è una fonte di azoto organico facilmente mineralizzabile.

Il pennone, derivato da piume e penne di animali d’allevamento,ha un alto titolo di azoto organico e può contenere anche piccole quantità di fosforo e potassio ed ha un processo di mineralizzazione più lento.

Queste matrici organiche azotate, sapientemente miscelate, permettono un rilascio degli elementi graduale e duraturo facilitato dal microbioma presente nella componente organica matura.L’azione nutrizionale viene completata dalla presenza di ferro e zinco resi maggiormente disponibili per l’assorbimento radicale grazie alla presenza della sostanza organica umificata.

  • Coltura: AGRUMI

    Agrumi: A fine inverno con interramento.

  • Coltura: CEREALI

    Frumento tenero, duro e orzo: In epoca estivo-autunnale interrato con le lavorazioni preparatorie.

    Mais da granella, Mais ceroso: Alla preparazione del terreno con interramento.

  • Coltura: FRUTTIFERI

    Fruttiferi: In epoca autunnale con interramento.

  • Coltura: ORTICOLE

    Orticole: Interrato con le lavorazioni preparatorie del letto di semina integrate da apporti minerali NPK sia in concimazione di fondo che in fertirrigazione.

  • Coltura: RISO

    Riso: Dopo l’aratura interrato con i lavori preparatori di fine inverno.

  • Coltura: VITE DA TAVOLA

    Vite: In epoca autunnale o invernale con interramento

Nota

Le indicazioni di riferimento per le singole colture sono prettamente orientative e modificabili, in relazione ai fabbisogni, ai livelli di fertilità ed alle disposizioni previste dalle varie normative.

Fertilizzanti organici o ammendanti/ per almeno 21 giorni dopo l’applicazione è vietato alimentare gli animali d’allevamento con piante erbacee assunte attraverso il pascolo o somministrate dopo essere state raccolte.

Non disperdere il contenitore nell’ambiente. Evitare il contatto con gli occhi e con la pelle.