SIAPOR

LE MANS S

Alto contenuto di carbonio organico umificato (carbonio umico e fulvico)

CONCIME ORGANO-MINERALE NPK
(Mg-S) 8-5-12 (2-20) con Boro (B) e Ferro (Fe)
A BASSO TENORE DI CLORO

 

É un concime organo-minerale NPK innovativo con meso e microelementi rivolto a soddisfare le esigenze delle colture che richiedono uno sviluppo equilibrato ed al tempo stesso un’efficiente maturazione di zuccheri e colore, come vite, pesco, melo, pero, agrumi, cucurbitacee, solanacee, fragola, etc.

 

• Confezioni: Kg 25-500
• Forma fisica: Minicubetti
• Rapporto NPK: 1:0,6:1,5

SIAPOR LE MANS costituisce una valida soluzione in tutti i casi in cui si debba far fronte a carenze potassiche insieme a una graduale disponibilità azotata e moderato fabbisogno di fosforo. Le unità nutritive N-P-K, S e Mg ed i microelementi B e Fe, reagendo con la frazione umificata della sostanza organica (letame essiccato, pollina essiccata, torba umificata), acquisiscono un notevole grado di protezione, consentendo così una ottimale resa agronomica.

Questo permette:

  • elevata e prolungata disponibilità nutritiva per l’intero ciclo colturale;
  • riduzione delle perdite per insolubilizzazione, lisciviazione e volatilizzazione;
  • razionalizzazione della tecnica di concimazione, con possibilità di anticipare le somministrazioni in periodi lontani dall’utilizzo nutritivo;
  • risparmio in unità fertilizzanti.

SIAPOR LE MANS, in relazione a queste caratteristiche, ben corrisponde alla concimazione di post-raccolta dei fruttiferi e dei vitigni a vendemmia precoce (metà settembre/ottobre) per alimentare il ciclo interno delle riserve.

L’AZOTO aggiunto in forma minerale in sede di reazione, è protetto e scambiato gradualmente in quanto integrato nella frazione umificata della sostanza organica. Meso e microelementi presiedono a importanti processi fisiologici:

  • lo ZOLFO (20% S03) concorre al soddisfacimento nutritivo delle piante con un migliore metabolismo aminoacidico a livello cellulare;
  • il MAGNESIO ottimizza il ciclo fotosintetico e il metabolismo del fosfato;
  • il BORO e il FERRO, entrambi in forma chimicamente legata agli acidi umici della matrice organica, presentano una elevata stabilità e disponibilità per migliorare rispettivamente l’allegagione, l’efficienza fotosintetica e la produzione di zuccheri.
  • Coltura: FRAGOLA

    Fragola: In pre-trapianto con interramento.

  • Coltura: FRUTTIFERI

    Pesco, Susino e Albicocco: Interrati alla ripresa vegetativa e/o in post raccolta, per alimentare il ciclo interno delle riserve.

    Melo, Pero e Actinidia: Con interramento, alla ripresa vegetativa o in post raccolta.

  • Coltura: MELONE COCOMERO

    Melone e Cocomero: in pre-semina o pre-trapianto interrato con i lavori preparatori

  • Coltura: VITE DA TAVOLA

    Vite da tavola: A inizio risveglio vegetativo, con interramento.

  • Coltura: VITE DA VINO

    Vite da vino: A inizio risveglio vegetativo e/o a fine estate in post- vendemmia, nei vitigni a maturazione precoce, con interramento. (Per vigneti con sviluppo equilibrato).

  • Coltura: ORTICOLE

    Patata: Con interramento, prima della messa a dimora dei tuberi, (nei terreni dotati di fosforo).

    Pomodoro da industria e da mensa, Peperone, Melanzana, Cetriolo,  Zucchino, Zucca: In pre-semina o pre-trapianto interrati con i lavori preparatori.

Nota

Le indicazioni di riferimento per le singole colture sono prettamente orientative e modificabili, in relazione ai fabbisogni, ai livelli di fertilità ed alle disposizioni previste dalle varie normative.

Fertilizzanti organici o ammendanti/ per almeno 21 giorni dopo l’applicazione è vietato alimentare gli animali d’allevamento con piante erbacee assunte attraverso il pascolo o somministrate dopo essere state raccolte.

Non disperdere il contenitore nell’ambiente. Evitare il contatto con gli occhi e con la pelle.